lunedì 8 agosto 2011

Arti Marziali; Lavoro, Passione o Business


Le attività collegate al concetto delle Arti Marziali, hanno registrato un trend di crescita significativo.
Una indagine di settore ha evidenziato che oltre due milioni di persone praticano le Arti Marziali e quasi un milione gli Sports da Combattimento.
Una spinta all'interessamento di questo settore proviene dai vari Film e Telefilm che hanno lanciato la moda sportiva delle Arti Marziali, Sports da Combattimento e Difesa Personale.
I vari Bruce Lee, Chuk Norris, Silvester Stallone, Don Wilson sono stati determinanti per la diffusione di questo fenomeno, non esiste un Film d'Azione che non abbia scene di combattimento con le varie Arti Marziali. Le strutture finalizzate all'attività delle Arti Marziali, cioè le palestre attualmente operanti in Italia sono oltre 10.000. In termini di dislocazione territoriale, il 45% sono ubicate al nord, il 35% al centro e il 20% nel sud e nelle isole.
Ma analizziamo alcune domande per capire meglio come sono organizzate.

Quanti sono gli Operatori di Settore ?
Gli addetti del Settore, Titolari e Dipendenti sono circa 60 mila solo in Italia

Può essere considerato un lavoro redditizio ?
Il fatturato complessivo tra tutti i centri, può essere stimato attualmente intorno ai mille milioni di Euro l'anno.
Per quanto riguarda gli utenti, gli uomini costituiscono la maggioranza con il 55%, rispetto alle donne con il 45%.

A che età si può praticare ?
Non esistono limiti nè in basso nè in alto, comunque, l'età media del cliente della palestra è intorno ai 30 anni per gli adulti e tra i 10 e 12 anni per i ragazzi.

Che mansioni svolgono i praticanti ?
Svolgono attività di Arti Marziali presso le palestre praticamente tutti, Studenti, Professionisti, Lavoratori, Casalinghe, Forze dell'Ordine, Avvocati, Medici, Ingegneri, Architetti, Geometri, ecc...

Quanto costa praticare Arti Marziali ?
Il costo medio per un anno di frequenza da allievo praticante è tra i 300 e 400 Euro.

Ma quanto costa diventare Istruttore ?
A prescindere dal fatto che varia da Arte ad Arte, un corso base si aggira intorno ai 500/1.000 Euro in Italia e di circa 10.000 $ negli Stali Uniti.
In alcune Arti si può spendere anche meno (dipende dallo stile e dalla scuola).
Per Gradi di un certo significato, acquisiti in diversi anni di esperienza si possono raggiungere anche i 4.000 Euro per l'Italia e 30.000 $ negli USA . Studiare in Oriente era indubbiamente il luogo più economico del pianeta, ma da qualche anno si stanno adeguando anche loro, infatti le cifre iniziano ad avvicinarsi e in alcuni casi a superare quelle Italiane.

In quale Nazione è meglio studiare per diventare Istruttore ?
L'Italia va benissimo se si sceglie un'Organizzazione seria, visto che se pur poche, le abbiamo.
Si può scegliere di collaborare con loro per l'ampliamento dell'Organizzazione stessa affinchè si creino sempre più Strutture serie fatte da Professionisti di alto livello, in questo caso ogni Istruttore ne dovrà dare prova.
In Italia infatti c'è l'abitudine di frammentarsi in tante piccole isole, solitamente destinate a scomparire in pochi anni, per mancanza di vera esperienza e professionalità.
L'Estero è riservato a chi vuole diventare un Caposcuola, seguendo un percorso più lungo e costoso fatto di sacrifici enormi e parecchi viaggi (e non è detto che sì trovi di meglio).
Comunque siccome in Europa le scuole serie si equivalgono, provenendo più o meno dagli stessi Capiscuola, per cercare qualcosa di diverso o di esclusivo, bisogna andare oltre Oceano.
Le mete consigliate sono, Stati Uniti, Brasile, Cina, Giappone, Filippine, Hong Kong, Corea, Thailandia, Vietnam, India, Indonesia, Malesia e altri luoghi ancora inesplorati dove esistono origini di Arti Marziali sconosciute, stando attenti al fatto che più i luoghi sono poco frequentati dagli occidentali, più i Maestri saranno chiusi e poco intenzionati ad insegnare.

Può diventare un nuovo lavoro ?
Lo è già. La professione di Istruttore sta aumentando notevolmente, sono infatti molti gli uomini e le donne che decidono di intraprendere come primo lavoro l'attività di insegnante.
Oltre tutto non richiede necessariamente l'investimento di capitali o l'apertura dì una Palestra, basta inserirsi con dei corsi in Centri e Palestre già avviate, come collaboratori o costituire una propria associazione sportiva

Il guadagno ?
Nel caso si fosse ospiti in una Palestra non propria, solitamente la proporzione è del 40/50 % sulle quote mensili che vanno all'Istruttore. In alcuni casi vengono pagate solo le ore di insegnamento.

Quanti Gradi ci sono da Istruttore ?
E' difficile dirlo, ogni Organizzazione ha i suoi Gradi.
Chi 3 chi 5 chi 10 ma più o meno tutte hanno un Grado Base che si può raggiungere in un tempo minimo, un Grado Medio che si raggiunge dopo alcuni anni, e un Grado Avanzato che si conquista con molti anni di preparazione e dedizione all'interno della stessa Organizzazione o dello stesso Stile.

La professionalità di un Insegnante ?
Molti nuovi insegnanti arrivano da un esperienza pratica di pochi mesi.
Alcuni sono spinti dalla pura passione, ma si limitano a formare un paio di allievi, giusto per tenersi in allenamento, praticando in parchi all'aperto, garage o semplici scantinati.
Altri invece si spacciano per Maestri dalla grande esperienza e fingendo di avere anni di pratica alle spalle, si inseriscono nelle palestre, rovinando il settore ai veri professionisti.
Non essendoci una legge che tuteli il praticante dai falsi Maestri, il neo praticante non può accorgersi della validità del suo insegnante se non dopo 2-3 anni di pratica, mentre per i più esperti è sufficiente una lezione o addirittura pochi minuti.
La realtà è che gli Insegnanti Professionisti realmente collegati alle Organizzazioni serie, sono pochi.
A sentire il parere di alcune tra le più importanti scuole italiane, sembrerebbe che molti tra questi giovani Istruttori hanno praticato solo un corso base di formazione come Apprendista Istruttore normalmente chiamato con il termine inglese di "Apprentice Instructor" della durata di pochi mesi, o semplicemente frequentano alcuni stage, dopo di che eccoli aprire la loro Organizzazione indipendente. Pura caccia al Business ?
Esistono però veri professionisti che sono collegati a strutture serie di livello internazionale che diffondono programmi di altissimo livello. Con loro si è in buone mani, purché ci si accerti del loro attuale riconoscimento della scuola madre. In teoria è il Maestro Caposcuola mondiale che tutela e garantisce il suo istruttore di zona (provinciale, regionale o nazionale).
Tramite un certificato o un diploma valido nell' anno corrente, il caposcuola offre la sua garanzia.

Ma perché non esiste un Diploma o un Certificato che tuteli il praticante dai falsi
Maestri e Istruttori ?
In teoria esisterebbe, ma molti Insegnanti, dopo aver preso il 1° Diploma (quasi sempre da Apprendista Istruttore), spariscono dal Centro di appartenenza, in alcuni casi fermandosi completamente nella propria crescita, in quanto continuare gli studi presso una seria Organizzazione, comporta dei costi e degli impegni di allenamento notevoli, oltre che a viaggi costanti di centinaia o migliaia di Km. che pochi hanno saputo mantenere (uno dei requisiti di un vero Professionista), in quanto i Maestri Caposcuola non sempre sono sotto casa.
In ultimo c'è da dire che ci sono in giro alcune Organizzazioni non solo Italiane ma anche Americane e Orientali, che per soldi vendono i loro Diplomi, mettendo in circolazione gente completamente inesperta, come è stato anni fa per le patenti in alcune agenzie.
Questi solitari dal destino segnato, resisteranno attivi per alcuni anni, dopodiché gli allievi, andandosene concluderanno la loro Strada di Istruttore, "Una volta persa la faccia, nun c'è stanient'a'fà!"

La soluzione ?
Oltre a quella di controllare personalmente la validità di un Insegnante (che come abbiamo detto per un principiante è molto difficile) si sta formando un Albo Professionale sul settore; - che regolamenterà e controllerà la serietà dei nuovi insegnanti; prima della grande invasione dovuta a puri interessi economici e soprattutto per tutelare coloro che nell'Arte Marziale e negli Sport da Combattimento ci stanno dedicando anima e corpo e in alcuni casi tutta la vita, un progetto che in altre Nazioni Europee ad esempio sì sta già portando avanti da tempo- prime tra tutte la Francia.

2 commenti:

  1. уou're in point of fact a good webmaster. The site loading velocity is amazing. It seems that you are doing any distinctive trick. Also, The contents are masterwork. you have done a great process on this subject!
    My homepage - keepingyourpartnerhappy.com

    RispondiElimina
  2. This is very interesting, You're a very skilled blogger. I've joined your
    rss feed and look forward to seeking more of your great post.
    Also, I've shared your web site in my social networks!



    Check out my web site - dating sites (bestdatingsitesnow.com)

    RispondiElimina