giovedì 22 gennaio 2015

Come Mettere Qualcuno al Tappeto


Al giorno d'oggi è sempre una buona idea conoscere alcune tecniche di auto-difesa. Con la maggior parte delle mosse più facili potrai sbarazzarti momentaneamente dell'aggressore per scappare, ma ne esistono delle altre che ti permettono di stenderlo al tappeto, se eseguite in modo corretto. Continua a leggere per imparare a eseguire alcune di queste differenti mosse.


Testata

Afferra l'assalitore per la maglietta. Utilizza entrambe le mani per afferrarlo al centro del petto, appena sotto il colletto o la scollatura della maglia.
    • Il modo più efficace per dare una testata a qualcuno è di spingere l'assalitore all'indietro e poi avvicinarlo di nuovo per colpirlo.
    • Evita di afferrare l'assalitore dietro il collo. L'istinto naturale è quello di afferrarlo dietro il collo e avvicinare la sua testa per colpirlo, ma il problema è che il collo e i muscoli delle spalle saranno naturalmente tesi al momento dell'attacco e sarà molto più difficile avvicinare la sua testa.




Spingi l'assalitore. Usa tutto il peso del corpo per spingere la parte superiore del suo corpo all'indietro.
    • Questo movimento farà sì che il malintenzionato perda l'equilibrio.
    • Dal momento che questo movimento risulterà inaspettato avrai anche l'elemento sorpresa dalla tua parte.




Tira l'assalitore verso di te. Non appena avrà perso l'equilibrio utilizza la forza delle braccia per tirare l'assalitore verso la tua testa.
    • Poiché avrà perso l'equilibrio gli verrà naturale allargare le braccia e in questo modo non potrà usarle per respingerti.




Colpiscilo con la parte alta della tua testa. Non appena inizi a tirare l'assalitore verso di te inizia anche ad abbassare la testa in modo che sia allineata con il suo naso.
    • Colpisci con la parte superiore della testa. Non usare la fronte.
    • Il naso è un punto sensibile e colpendolo con forza riuscirai a mettere l'altra persona al tappeto.








Montante

Posizionati davanti all'aggressore. Assicurati di essere di fronte all'assalitore in modo che il centro del tuo corpo sia allineato al centro del suo.
    • Quando dai un pugno montante, sarà necessario portare il braccio lungo questa linea centrale fino a raggiungere il mento dell'aggressore.
Attira il suo sguardo con la mano non dominante. Usa la mano non dominante per colpirlo una prima volta. Tieni la mano vicino al livello degli occhi in modo che attiri l'attenzione.
    • Con questa mano libera potrai difenderti dagli attacchi e spostare la sua attenzione dalla mano dominante.
Colpisci rapidamente con la mano aperta il mento dell'aggressore. Il colpo deve partire dal basso e arrivare fino a sotto il mento. Colpisci con il palmo della mano rivolto verso il viso dell'aggressore.
    • Non chiudere la mano a pugno.
    • Dovresti usare la parte dura del palmo della mano, essa si trova proprio sopra il polso.


Colpiscilo sotto il mento facendo ricadere la sua testa all'indietro e mettendolo al tappeto.
    • Colpendo l'assalitore in questo punto spingerai la sua testa all'indietro e con questo movimento la testa andrà a toccare i nervi spinali, facendogli perdere i sensi.
    • Il palmo della tua mano ti dà una maggiore superficie di attacco quando ti difendi a mani nude. Proteggerai anche le dita, evitando danni all'unica "arma" che hai a disposizione nel combattimento.






Colpire il Naso

Valuta il modo migliore per attaccare a seconda della posizione. Puoi colpire il naso dell'aggressore sia se è di fronte a te o alle tue spalle, ma il movimento varierà a seconda della posizione di partenza.
    • Se il tuo aggressore è di fronte a te dovrai muoverti in avanti.
    • Se il tuo aggressore è dietro di te dovrai attaccarlo non appena si gira.


Colpisci con la parte anteriore del palmo della mano. Quando sei in piedi faccia a faccia con l'aggressore, apri la tua mano e colpisci dritto in avanti, arrivando alla base del naso e spingendolo all'indietro.
    • Spingi il peso del corpo in avanti per colpire con più forza.
    • Colpendo l'assalitore in questo punto spingerai la sua testa all'indietro e con questo movimento la testa andrà a toccare i nervi spinali, facendogli perdere i sensi.


Colpisci con il gomito se l'aggressore è dietro di te. Piega e solleva il braccio in modo che il gomito sia puntato verso il suo volto. Ruota il busto finché non riesci a colpirlo con il gomito sul lato del naso.
    • Il centro e i lati del naso sono un punto debole del corpo. Se colpisci abbastanza forte potrai rompergli il naso e farlo svenire.






Colpire il collo

Posizionati lateralmente rispetto al corpo dell'aggressore. Questa tecnica funziona particolarmente bene quando vieni aggredito di lato, ma se l'assalitore arriva da un altro punto sarà necessario girarsi finché la tua spalla sarà allineata con il centro del suo corpo.
    • Nota che è possibile utilizzare entrambi i lati del tuo corpo per questo attacco, ma userai più forza se ti posizionerai con il lato dominante verso l'aggressore.
Fai un passo in avanti e sposta il peso del corpo. Non appena l'aggressore si avvicina fai un passo avanti con il piede più vicino a lui, spostando il peso del corpo in avanti su quel piede.
    • È necessario fare un passo in avanti verso l'assalitore, non allontanarsi da lui.
    • Questa mossa funziona solo se l'attaccante è in fase offensiva e si sta avvicinando poiché si utilizza la forza del suo movimento in avanti per infliggere più danni.
Punta il tuo gomito verso il suo pomo d'Adamo. Alza il gomito mentre ti avvicini al tuo avversario, colpendo il pomo d'Adamo su uno dei due lati.
    • Se colpisci il pomo d'Adamo lateralmente da un angolo di 45 gradi, dovresti essere in grado di causare lo svenimento dell'aggressore.
    • Anche se non colpisci con successo il punto debole, la forza dall'impatto del gomito dovrebbe essere sufficiente per far cadere l'aggressore.






Ginocchiata sulla Fronte

Assumi la posizione di difesa. Dovrai posizionare i piedi in modo che coincidano con la larghezza delle tue spalle e avere le ginocchia leggermente piegate. Il piede non dominante dovrebbe essere leggermente più indietro rispetto al piede dominante, e le mani dovrebbe essere attive e pronte all'attacco.
    • Con questa posizione allineerai il tuo centro di gravità con il pavimento, riuscendo in tal modo a mantenere un equilibrio perfetto.
    • Nota che si può colpire con una ginocchiata anche partendo da un'altra posizione, ma avrai una maggiore probabilità di mandare ko l'assalitore se parti dalla posizione di difesa.



Analizza la tua posizione in relazione all'aggressore. Dovrebbe essere leggermente accovacciato o piegato in avanti e non più lontano di un metro.
    • È possibile far abbassare l'aggressore con una ginocchiata all'inguine o un calcio forte alla tibia.
    • Questa mossa generalmente funziona meglio se l'aggressore è già piegato e con la guardia abbassata. Funziona meno bene se è già rivolto verso di te e sta cercando di alzarsi.
Spingi le spalle dell'aggressore verso il basso con il palmo della mano.
    • Usa tutto il peso del corpo per spingere con più forza.
    • Tieni le gambe nella stessa posizione per mantenere l'equilibrio mentre ti prepari a colpire.
Alza il ginocchio non appena l'aggressore si sarà piegato in avanti. Mentre spingi le sue spalle verso il basso, alza il ginocchio dominante in modo da colpirlo sul naso o sul mento.
    • Colpisci velocemente. Quando spingerai l'aggressore verso il basso la sua prima reazione sarà di cercare di rialzarsi.
    • Punta al naso o al mento per infliggere più danni e provocare uno svenimento.




Consigli

  • Devi reagire velocemente. I muscoli delle braccia danno forza ai colpi, ma la velocità è particolarmente importante se hai sei fronte a un aggressore molto più forte di te.

1 commento:

  1. What's up it's me, I am also visiting this website daily, this website is really fastidious and the users are in fact sharing pleasant thoughts.



    My web-site; dating online [http://bestdatingsitesnow.com]

    RispondiElimina