domenica 18 gennaio 2015

Come Vincere una Rissa da Strada


Lo scopo di questo post è aiutare a risolvere una rissa da strada o uno scontro fisico, con semplici azioni deliberate che consentano di sopravvivere e scappare. Difendersi dovrebbe essere la tua ultima risorsa dopo che i metodi non violenti non hanno avuto successo.


1 - Fai attenzione a ciò che hai intorno. Oltre agli oggetti che possono essere usati come armi o trappole, cerca di studiare una via di fuga, soprattutto se sei in inferiorità numerica. Usa tutti i tuoi sensi. Non guardarti intorno direttamente, usa ombre e riflessi a tuo vantaggio.


2 - Non prendere rischi inutili e parti da questo pensiero: il tuo avversario è in grado di batterti in uno scontro, e può chiamare dei rinforzi; ha un'arma tagliente o contundente, come un tira pugni o un coltello; e sarai colpito. Preparati a ricevere un pugno.


3 - Allontanati dalla lotta. Anche se può sembrarti ovvio, il modo più sicuro per vincere una rissa da strada è non combatterla. Nella maggior parte dei casi ci saranno degli avvertimenti prima di un'aggressione fisica. Se puoi risolvere una disputa senza uno scontro, fallo. Non lasciarti mettere in pericolo dal tuo ego. In una discussione verbale che può sfociare in violenza, mantieni la calma e assumi un atteggiamento deciso ma apologetico. Sii neutro e non cercare lo scontro. Se ad esempio, un ragazzo ti accusa di aver guardato la sua ragazza, chiedi scusa e dì che ti sembrava una persona che conosci. Adesso questa persona ha solo due opzioni:
    • Accettare le tue scuse e forse scusarsi a sua volta. Se accade questo, il problema è risolto. E' così tanto difficile scusarsi con un attaccabrighe (anche se in modo non sincero) per evitare uno scontro? Anche se la situazione ti sembra risolta, ricorda di non voltare mai le spalle all'aggressore. Fai 2 o 3 passi indietro e poi girati. Preparati sempre a un pugno alle spalle.
    • Continuare con le minacce. Se continua a minacciarti, ripeti le tue scuse. Cerca di apparire sincero, ma non debole! Se continua a minacciarti e avvicinarti, digli che non stai cercando guai. Usa un tono deciso. Usa frasi come "Stai lontano" o "Non ti avvicinare". Alza la voce più si avvicina.


4 - Mantieni la distanza dal tuo avversario, riducendola solo per colpire. L'aggressore deve chiudere la distanza per poter attaccare. Rimanere fuori dalla sua portata significa che non ti può colpire. Cerca di stare all'"esterno" del tuo avversario (verso il suo fianco, e non di fronte). In questo modo il suo stesso corpo gli sarà d'intralcio. Tieni la guardia alta. Anche solo distendendo la mano come segno di stare lontano, metterai qualcosa tra voi due.
    • Puoi provare a stare molto vicino al tuo avversario. L'uomo può fare forza solo dove riesce ad arrivare con le braccia e la maggior parte delle persone non si aspetta che l'avversario invada il loro spazio. Un altro vantaggio di stare molto vicino al tuo avversario deriva dal fatto che non potrà colpirti con il pugno, la parte pericolosa di un colpo. Potrai infatti bloccare i colpi portati con il pugno più facilmente se sarai vicinissimo al tuo nemico.


5 - Rimani rilassato e respira profondamente. Più rilassato sarai, più duri saranno i tuoi colpi e meno rischierai un infortunio.


6 - Cerca di seguire i movimenti del tuo avversario. Cercare di creare un'apertura nella sua guarda servirà solo a farti colpire. Continua ad osservare i suoi movimenti e aspetta il momento giusto.


7 - Impara quando e come scappare:
    • Se la sfida è impari o sei in inferiorità numerica, o non vuoi combattere, allora cogli la prima opportunità che si presenta per correre verso una zona pubblica e bene illuminata dove sono presenti altre persone. Quando scappi durante uno scontro, cerca di intralciare il più possibile i tuoi avversari:
      • Rallentali con ostacoli. Cerca di mettere tra te e loro cestini, bidoni, automobili, autobus o altre barriere.
      • Corri in percorsi stretti, come tra le macchine in un parcheggio, su una scala stretta o in un vicolo stretto. Questo impedirà ai tuoi avversari di circondarti.
    • Se sai di non poterli battere in velocità, non provarci. Se sarai preso (soprattutto da più aggressori), non potrai combattere in modo efficace a causa della stanchezza. Gli avversari che ti hanno inseguito con uno scatto saranno stanchi quanto te, ma gli altri che li seguono a passo meno svelto saranno più freschi.


8 - Mantieni l'equilibrio per non cadere. Allarga le gambe fino alle spalle e piega le ginocchia. Essere atterrati è molto pericoloso per un lottatore inesperto, soprattutto se l'avversario ha un'arma, rinforzi, o esperienza di lotta a terra. Se ti trovi a terra con il tuo avversario, cerca di scappare in ogni modo.


9 - Difenditi. Rispondi agli attacchi mirando ai punti aperti e vulnerabili senza esporti troppo. Usa una "forza ragionevole" (leggi le Avvertenze).
    • Un attacco ai "punti deboli" (viso, tempie, gola, reni, plesso solare, ecc.) potrebbe mettere fuori combattimento il tuo avversario. Puoi usare anche graffi, morsi, sputi, tirate di capelli e ditate negli occhi. Ti stai difendendo da un aggressore violento, non ti trovi in un ring con delle regole. Usa tutti i mezzi possibili per garantire la tua sicurezza. Metti le dita negli occhi del tuo avversario, oppure cerca di colpire la gola con le dita tese e unite insieme. Ricorda le mani aperte infliggeranno solo colpi deboli!
    • Colpire il naso fa sfuocare la vista e causa dolore, e può stordire il tuo avversario abbastanza a lungo da permetterti di scappare.
    • Usa calci bassi se sei a portata di braccia. I calci bassi dovrebbero essere rivolti a tibie, caviglie, interno o retro dei polpacci e delle cosce e rotule (se l'avversario ha le gambe dritte). Non sferrare calci oltre il ginocchio perché l'avversario potrebbe prendere la tua gamba.
    • Gli attacchi alle spalle sono difficili da vedere e evitare, e in un vero scontro, non è da codardi colpire alle spalle. Guardati le spalle e cerca di colpire in questo modo il tuo avversario.
    • Dai una testata violenta e rapida al tuo avversario. Colpisci con la parte alta della fronte il naso e il viso. Il "Bacio di Glasgow" ha sconfitto molti lottatori esperti che non si aspettavano questa mossa.
    • Impara a eseguire delle prese. Una presa può farti prendere il controllo della situazione, anche se l'aggressore è molto più forte o più veloce di te. Per realizzare una presa, attendi un attacco e reagisci. I combattenti esperti non falliscono quasi mai questa tecnica di contrattacco.


10 - Fai più rumore possibile. Non aver timore di urlare per chiedere aiuto, o di gridare "Al fuoco!" (le persone risponderanno più volentieri a una frase del genere perché saranno spinti dalla curiosità, mentre potrebbero aver paura se chiedessi aiuto per altri motivi) per attirare attenzioni indesiderate sul tuo aggressore. Puoi anche riuscire a distrarlo e mandarlo nel panico, rendendolo un combattente meno efficace.


11 - Scappa non appena il tuo avversario è debilitato al punto da non poterti inseguire. Chiama la polizia o avverti le autorità appena puoi. Dì loro dove ti trovi, dove hai subito l'aggressione e descrivi gli assalitori.


12 - Pensa di essere un lupo, non pensare a domani, non aspettare soccorso, non aspettare che arrivi la polizia. Avresti bisogno di testimoni.


13 - Se hai un codice d'onore seguilo, ma non mettere la tua vita a repentaglio. L'unico giudice di te stesso sei tu. Nessuno potrà giudicarti colpevole per esserti difeso.


14 - Vai via più in fretta che puoi, prima che qualcuno ti veda.








Consigli

  • Conta quanti assalitori ti stanno inseguendo, e ricordalo. In questo modo eviterai di ricevere attacchi a sorpresa.
  • Imparare un'arte marziale può prepararti a un vero scontro fisico se sei messo alle strette. Scegli uno stile di combattimento che insegni colpi, combattimento corpo a corpo e lotta a terra, in modo da essere efficace in tutte le situazioni. Ricorda che anche se hai studiato arti marziali per lungo tempo, non significa che sarai al sicuro in una rissa da strada. La tua cintura nera non ti rende immune alle lame o ai proiettili.
  • Se qualcuno ha più esperienza e capacità di te nel risolvere situazioni di questo tipo, lascia fare a lui. Non cercare di interferire, perché causeresti solo dei problemi. Segui le istruzioni ragionevoli che ti vengono impartite.
  • Se combatti contro più di un avversario, attacca per primo il più vicino. Se riesci ad atterrare uno o più avversari corri. In alcuni casi, aver atterrato uno degli assalitori basterà a spaventare gli altri.




Avvertenze

  • Non combattere mai sotto l'effetto di stupefacenti o alcool.
  • "Forza ragionevole" è l'espressione più importante da ricordare quando ti difendi; la legge generalmente ti permetterà di fare abbastanza da impedire al tuo assalitore di danneggiarti fisicamente, ma non di più. Fai solo il necessario per fuggire, e riporta subito l'accaduto alla polizia. Se calcerai qualcuno quando è al suolo, potresti essere accusato di aggressione anche in caso di legittima difesa.
  • Questo articolo è una guida di base per affrontare situazioni difficili, e non va inteso come un sostituto di un addestramento. Se vuoi imparare come difenderti dalla violenza fisica, segui un corso autorizzato di difesa personale nella tua zona. Se non sai dove trovarne uno, prova a chiedere alla stazione di polizia.
  • Combattere può provocare ferite o la morte, e farti finire in prigione.
  • Procurati un'arma se possibile. Cerca di rispettare le regole della "forza ragionevole", ma ricorda che se un assalitore ti mette nella condizione di dover lottare per la tua vita fai tutto il necessario per proteggerla.
  • Quando colpisci la faccia del tuo avversario, fai attenzione. Potresti romperti le dita o procurarti dei tagli se colpissi la fronte, i denti o il naso.











1 commento:

  1. This information is invaluable. How can I find out more?



    Feel free to surf to my blog post; dating sites (bestdatingsitesnow.com)

    RispondiElimina