martedì 13 marzo 2018

La scienza del disarmo delle armi a canna lunga



Risultati immagini per disarmare un uomo con il fucile


Dall’introduzione del fucile, i criminali ed i soldati hanno ucciso, ferito, puntato, intimorito, rapito, scortato o controllato la gente, con la loro canna minacciosa. Questo studio analizza come resistere alla minaccia del fucile, identificando scientificamente le possibili posizioni di confronto e risolvendole di seguito. Le armi che definiamo a canna lunga saranno la carabina, il fucile, la semi automatica e l’automatica.

Il confronto

Come succede ? Catturano i soldati, le guardie e i poliziotti; rubano, sequestrano e tengono in ostaggio i cittadini, sia in mezzo ad un terreno rurale che urbano. Tutti i fattori di ognuna delle situazioni devono essere soppesati accuratamente nell’azione che intraprendiamo.

I problemi fisici

Problema Fisico          1)  Valutazione del nemico                          
                                    2)  Distanza
3)      Posizione
4)      Metodo con cui porta l’arma

PF1) Valutazione del Nemico

Dobbiamo valutare la qualità e la quantità del nemico. Quale stazza, mentalità, stato fisico ed abilità ha la persona che impugna l’arma ? I suoi compagni sono vicini ? nel peggiore dei casi dovremo entrare in azione.

PF2) Distanza

Il nemico ci minaccerà da tre distanze differenti.

Disatnza 1) Contatto
Quando il foro d’uscita della canna è in contatto con il nostro corpo. Tutti quelli che impugnano un’arma, che siano allenati o meno, toccano spesso con la canna l’aggredito. Può darsi che il soggetto abbia fretta e ci spinga con l’arma. Potrebbe essere furioso e toccarci con la canna a mò di intimidazione. Potrebbe essere estremamente sicuro di sé. Benchè sembri una strategia sbagliata, succede con una certa regolarità.

Distanza 2) Attacco
Quando il soggetto tiene l’arma ad una distanza nella quale abbiamo l’opportunità di saltargli addosso per sottrargliela.

Distanza 3) Lontananza
Quando ci puntano il fucile contro da una distanza in cui non è possibile saltare addosso all’aggressore, fino, letteralmente, ad una distanza da franco tiratore. Qui l’unica cosa che possiamo fare è utilizzare la psicologia per salvarci.

PF3) Posizione

Il nemico presenterà il suo fucile in quattro posizioni basilari, con tre variazioni in ognuna di esse.

Posizione         1) Davanti a noi
                        2) e 3) Ad uno dei lati (destro o sinistro)
4) Dietro di noi

Variazione       A) Al di sopra di noi
                        B) Alla nostra altezza
                        C) Sotto di noi

PF4) Metodo con cui porta l’arma

Come tiene l’arma il nemico =? La impugna solo con le mani ? O peggio, la tiene assicurata ad un cinturino ‘ L’avversario terrà l’arma in tre modi basilari:
Con le mani
Con il cinturino
Con un arnese di sicurezza
Con le mani
I criminali normalmente usano armi “civili” come fucili da caccia ed altre, spesso rubate. I criminali civili portano le armi in modo da poterle estrarre rapidamente.

Con il cinturino
Un’arma con cinturino legato ad una parte del corpo del nemico evidenzia un ostacolo per il disarmo. Il personale militare usa cinturini. L’idea basilare del cinturino è poter portare l’arma sia in posizione di riposo che di attacco. Poi si scoprì che poteva servire a migliorare la mira. Il cinturino è legato alla canna per poter strisciare a terra in silenzio ed in modo sicuro. Il cinturino permette le seguenti posizioni dell’arma:
di traverso sul petto
sotto l’ascella
sulla schiena
di traverso sull’ascella e sulla spalla a mò di clip. Nell’ultima decade, i giubbotti e l’equipaggiamento d’appoggio, come i “lanyards” (corde con gancio a clip), sono diventati molto popolari. Questo rappresenta un altro problema al momento del disarmo.

E’ il momento di attaccare  ?

Molte vittime sono scappate mentre venivano scortate per essere interrogate, mentre mangiavano, mentre erano in bagno o in camera da letto. Molti hanno sorpreso una guardia stanca o poco allenata. Molti hanno sperato che la guardia rimanesse sola. Molti sapevano che sarebbero morti tramite esecuzione e hanno deciso di morire lottando – ma hanno vinto e sono sopravvissuti !
Perciò dobbiamo sempre osservare dov’è il nemico, che aspetto ha, come porta l’arma ed identificare il modo con cui può utilizzarla, prima di risolvere fisicamente la peggiore di tutte le situazioni.

Soluzioni basilari per la sopravvivenza

Non importa in che posizione sia l’arma, né se la canna ci sta toccando o si trova a distanza di attacco. L’equazione per la sopravvivenza è :

La minaccia

Passo 1) Deviare la canna
Passo 2) Controllare l’arma e colpire il collo e/o la testa per stordire il nemico

Passo  3) Colpire il braccio e/o le braccia che sorreggono l’arma

Passo  4) Strappare l’arma o usarla come appiglio per lanciare l’arma legata.
               Continuare colpendo l’avversario.

Variazioni

Variazione 1)
Affrontare un’arma sciolta, senza cinturino.
Il miglior modo di ottenere questo disarmo è colpire le braccia che sorreggono l’arma per sottrargliela.

Variazione 2)
Affrontare un’arma legata al cinturino.
Questo esige la presa dell’arma e tirare con forza per poter portare al suolo il nemico. Colpite più volte, quanto è necessario.
Per ottenere un disarmo dovete sganciare il cinturino o liberare la clip che unisce l’uomo all’arma.
Per sganciare il cinturino, per prima cosa dovete aver ridotto significativamente il nemico, abbastanza per manovrare il suo corpo con sicurezza per procedere. Liberare la clip di un’arma richiede anche una notevole riduzione dell’avversario. Solo allora potrete accedere al sistema per liberarla, sganciandola o tagliando il cinturino –perciò avrete bisogno del vostro coltello o dell’arma affilata dell’avversario.
Vale la pena ricordare che se tirate l’arma, l’aiuterete ad attivare il sistema d’ingranaggio. Molti esperti suggeriscono di spingere l’arma per ritardare tale azione.

 

Note

Alcuni istruttori, non ben allenati, danno troppa enfasi a come forzare il fucile per applicare una leva, senza soffermarsi a spiegare che prima si deve colpire il nemico. E’ naturale pensare che un essere umano afferri con forza la propria preziosa arma, specialmente con il gomito e l’avambraccio. A meno che non lo si colpisca, risulterà molto difficile spostargli l’arma per facilitare le chiavi al braccio e al polso. Molti istruttori insegnano ai loro allievi a spostare la canna  con il palmo della mano verso l’alto. Spingendo con il palmo della mano permettiamo al nemico di alzare la canna e di mirare direttamente verso di noi. Se spingiamo verso il basso, riusciamo ad evitare tutto questo. Altri istruttori preferiscono passare ad una serie di nodi da marinaio e da “boy scout” con il cinturino, per legare l’avversario. Considerate le opzioni con accuratezza.

Dopo il disarmo

Colpire il nemico con due mani con l’arma se è necessario. Una volta strappata l’arma , non confidate troppo sul fatto che funzioni. Potrebbe essere scarica. Potrebbe essere una replica. Potrebbe essere rimasta danneggiata nella lotta e, con la gran varietà di armi a canna lunga che esiste, potreste non riuscire a farla funzionare. Inoltre il fuoco può richiamare l’attenzione sulla vostra azione ed attirare i suoi compagni. Potreste essere obbligati ad improvvisare un qualche modo per legare il nemico o persino ad ucciderlo, se la situazione lo giustifica. Una volta sicuri e se il tempo lo permette, perquisitelo e confiscategli tutte le armi e l’equipaggiamento d’appoggio. 


Ora siamo anche su YouTube col nostro nuovo canale ufficiale.
Iscriviti subito!!!
È già online: https:
//www.youtube.com/channel/UCSD5KRz-vJqXdVj24ACIJqA?view_as=subscriber

6 commenti:

  1. I am sure this article has touched all the internet visitors,
    its really really nice post on building up new
    web site.

    RispondiElimina
  2. This paragraph gives clear idea designed for the new people of blogging, that really
    how to do blogging.

    RispondiElimina
  3. Thanks for every other informative web site.
    Where else could I am getting that kind of information written in such an ideal means?
    I have a mission that I am simply now working on, and I have been at the glance out for such info.


    Website: http://herb24.space

    RispondiElimina
  4. Asking questions are actually pleasant thing if you are not understanding
    anything entirely, but this post offers nice understanding yet.

    Website: http://herb24.space

    RispondiElimina
  5. Fantastic goods from you, man. I have understand your stuff previous to
    and you're just too excellent. I really like what you've acquired here, certainly
    like what you are saying and the way in which you say it.
    You make it entertaining and you still care for to keep it sensible.
    I can't wait to read far more from you. This is actually a great web site.

    Website: http://herb24.space

    RispondiElimina
  6. It's remarkable in favor of me to have a web site, which is
    good designed for my knowledge. thanks admin
    Website: http://herb24.space

    RispondiElimina